A volte ritornano…

Eccomi di nuovo qui, a Mosca, dopo le mie due settimane in Italia per il rinnovo del visto.

Questa volta la partenza non ha visto la neve (solo tanta pioggia perfettamente in tono con il mio umore), ma all’arrivo, ovviamente, sentiva di dover far notare la sua presenza.

Dopo essersi abituata a un clima quasi primaverile ritrovarsi catapultati in un ambiente freddo, grigio e battuto dalla tormenta di neve che sembrava aspettasse soltanto il mio rientro, non ha tirato fuori certamente il mio lato migliore, senza contare poi che me ne sono andata col cuore gonfio di tristezza…

Non scendo nei particolare ma penso proprio che se un dio esiste se la deve davvero spassare con le sorti di noi poveri esseri umani!

E’ davvero un burlone (o una burlona) mi verrebbe da dire, sa senz’altro come passare il suo tempo!

Ma nulla si può fare (solo tacere, imprecare, sclerare, pazientare…) per cui…

Dopo la nausea post jet-flag di ieri sera (strano ma vero!) che non mi ha fatto mangiare nulla (il che è un bene data l’assenza in questo periodo della palestra) e che mi ha fatto passare la notte insonne (non unica causa ma complice ben volentieri!), la mattina non ha visto una condizione migliore.

E’ partita decisamente male, con canzoni strazianti che toglievano l’attenzione da quanto tentavo di leggere seduta comodamente in metro (per la cronaca, “Il mio nome è nessuno” di Manfredi), e non ha fatto un salto di qualità dopo…

All’arrivo in reparto mi è sembrato di essere entrata in zona di guerra: un disastro totale, quasi ti viene da pensare di non andare MAI in ferie!

Avrei voluto urlare!

La nota positiva è che almeno l’esplosione nucleare mi ha distratto dai miei foschi pensieri notturni e mattutini.

Prevedo una settimana alquanto pesante, spero almeno che la neve si stanchi di cadere su questo paese e si prenda una lunga e meritata vacanza fino all’anno prossimo.

Se la mattina non è stata delle migliori la serata dovrebbe invece essere allettante, spero di non doverla terminare ancora una volta  in lacrime, per quanto bella sia… o forse proprio per quello…

Annunci
Categorie: (Dis)Avventure di una Decathloniana a Mosca | Tag: , , , , , , | 2 commenti

Navigazione articolo

2 pensieri su “A volte ritornano…

  1. Dave

    Dio è sempre un gran Burlone! E ride sai perchè?
    perchè noi umani siamo degli attori stupendi.
    Freddo per freddo il sole sorge ogni mattina per tutti anche per chi inizia male!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

kitchentoolslabdotorg.wordpress.com/

La cucina del domani, il sapore di una volta

ilgiardinonascosto

uno spazio interiore fatto di colori, profumi, pensieri e vibrazioni del cuore.

Blocco Gli Appunti

Il mio punto di vista su Film, Telefilm, Teatro, Libri, Anime

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: