A tutta musica

Questo week-end si è svolto, come ogni anno, il bellissimo Festival di musica tradizionale svedese nel piccolo villaggio di Degeberga (pronunciato “degheberya”). È un evento molto atteso non solo dai suoi cittadini ma da tutti coloro che amano la musica folk, di  qualunque età ed etnia. Difficilmente però si possono incontrare volti che non siano svedesi, perché per quanto “open minded” sia, rimane comunque un evento non propriamente pubblicizzato ai turisti.
Io ho avuto la fortuna di venirne a conoscenza grazie alla mia host che mi ha reso partecipe di questa bellissima esperienza.

Il primo giorno, il 13, si può dire abbia fatto da intro al festival vero proprio che si è svolto l’indomani.
Teatro evento di questa prima battuta è stata la chiesa di Degeberga, una costruzione moderna che nulla ha a che fare con lo splendore delle chiese italiane, ma che ha pur sempre il suo fascino.
E il paesaggio intorno è davvero mozzafiato!

DSC_0261  DSC_0294
DSC_0263
DSC_0295

La dimensione del paese, le persone dai tratti inconfondibilmente del luogo, il modo di vestire semplice e in alcune occasioni con abiti “antichi”, mi hanno fatto sentire all’interno del film “The Village”, sebbene non con la stessa inquietudine.
Inutile dire che confondermi tra la gente non era minimamente contemplato: capelli e occhi scuri, oltre al taglio alquanto particolare, spiccavano nettamente tra i biondi così chiari da sembrare cenere e i tipici lineamenti nordici.
Ma devo dire che ho fatto la mia bella figura… 🙂

DSC_0292
DSC_0293

DSC_0257


(Lo strano strumento suonato dall’uomo al centro è la tradizionale “Nyckelharpa”)

Il secondo giorno il festival si è svolto all’interno dell’Hembygdsparken (un parco a tema storico), sempre nella cittadina sopra citata.
Questa volta si sono svolti tre diversi concerti intimi all’interno di una piccola stanza buia di una delle case-museo del parco.
Il primo non sono riuscita a vederlo perché impegnata in un breve corso di violino per principianti.
Nonostante l’insegnante (molto brava) mi traducesse il più possibile in inglese, quando dava i tempi parlava pur sempre in svedese per cui, oltre alla complessità di riuscire a dare un senso a quanto stavo provando a suonare, avevo la difficoltà aggiunta di ascoltare e pensare in una terza lingua: è stata un’ardua impresa, ma alla fine qualche nota non troppo stridente è uscita, con mia somma soddisfazione.
Ma non la sentirete qui 😉

DSC_0310
DSC_0312

Il secondo concerto aveva come protagonisti Pontus Thuvesson (il marito di Louise, la mia host) e Joel Bremer, un vecchio amico violinista.

DSC_0323

DSC_0317

Infine, dulcis in fundo, ad allietarci con la loro eccezionale bravura sono stati tre baldi giovani: Bröderna Ekman (i fratelli Ekman).
Purtroppo la pessima illuminazione della stanza, oltre alla mia macchina fotografica non esattamente ottima come videocamera (e complice probabilmente anche chi filmava), non mi ha permesso di girare dei video di buona qualità, ma l’audio è buono abbastanza da potere godere delle capacità artistiche di questi ragazzi.
Potete farvi una prima idea in questo video, ma altri li trovate qui.

Penso che la bellezza di questo festival risieda nel fatto che persone di qualsiasi età si trovino a suonare insieme, anche per la prima volta, in qualsiasi momento e luogo, persino quando sono seduti a tavola a mangiare!
Se vi capiterà mai di trovarvi in Svezia in questo periodo dell’anno, vi consiglio caldamente di passare dalle parti di questa cittadina sconosciuta e immergervi per un intero week-end nel fascino della tradizione musicale svedese.

DSC_0326
DSC_0384
DSC_0332
DSC_0376
DSC_0375
DSC_0388
DSC_0350

Foto Festival

Annunci
Categorie: Varia, Viaggio di una WWOOFER tra i Vichinghi | Tag: , , , , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

kitchentoolslabdotorg.wordpress.com/

La cucina del domani, il sapore di una volta

ilgiardinonascosto

uno spazio interiore fatto di colori, profumi, pensieri e vibrazioni del cuore.

Blocco Gli Appunti

Il mio punto di vista su Film, Telefilm, Teatro, Libri, Anime

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: