Aquaponics

Durante la mia permanenza nella fattoria di Skogshem è venuto a trovarci Henrique, un ragazzo portoghese in Erasmus qui in Svezia che sta studiando “Ingegneria ambientale”. La sua tesi è sull’aquaponics: un sistema di produzione di cibo che combina l’acquacoltura (allevamento di pesci) con l’idroponica (coltivazione di piante in acqua). Henrique ne ha allestito un piccolo esempio nel suo appartamento provando a fare crescere cetrioli, ma Louise ha due sistemi più complessi, anche se rigorosamente fatti in casa, e nella sua serra fa crescere cetrioli, insalata, pomodori e fragole. Nei seguenti video Henrique ci spiega sinteticamente come funziona l’aquaponics. L’aquaponics è un sistema che permette di utilizzare piante e pesci insieme. Da una vasca in cui abbiamo dei pesci rossi, una pompa porta l’acqua a due filtri dove sono presenti semplici batteri che convertono i composti azotati contenuti negli escrementi e nelle urine dei pesci, in fertilizzante per le piante.
L’acqua “pulita” che fuoriesce dai due filtri viene poi pompata lungo i grossi tubi e alimenta le piante poste al di sopra: in questo caso fragole e pomodori. Da qui l’acqua arriva, infine, a un’altra vasca sopra cui galleggiano dei vasi (inseriti all’interno del polistirolo), per poi ritornare alla vasca dei pesci.
Si possono vedere le radici delle piante crescere nell’acqua senza bisogno di suolo.
In pratica i pesci puliscono l’acqua per le piante e queste la puliscono per i pesci. Il secondo sistema di aquaponics è più complesso perché non ci sono pesci ma stiamo sperimentando l’utilizzo di urina umana, in quanto all’interno è presente comunque lo stesso tipo di composti azotati. L’urina utilizzata è stata precedentemente “invecchiata” per uccidere i potenziali patogeni. (Col termine invecchiata intendiamo il contenimento all’interno di barattoli per un certo periodo di tempo per permettere agli enzimi di convertire l’urina in ioni ammonio facendo alzare il pH a 9). L’urina viene poi convertita in fertilizzante per le piante e l’acqua “pulita” viene pompata lungo diversi tubi per poi arrivare alle piante gocciolando.
Abbiamo una vasca più grande riempita di acqua e sassolini di argilla per poter meglio sostenere le piante.
In questo caso, quando l’acqua raggiunge un certo livello, viene spinta in basso attraverso un sistema automatizzato, all’interno di una vasca sottostante. La presenza di una pompa garantisce che vi sia sempre un certo livello di acqua all’interno della vasca. Infine, nella terza vasca le piante vengono alimentate dall’acqua che cade dai tubi e sistemi soprastanti, e che proviene sempre dalla stessa vasca contenente urina. Qui il livello dell’acqua è tenuto nei limiti dalla presenza di un foro che espelle la quantità in eccesso nella vasca sottostante.

DSC_0145

Sassolini di argilla

Una brevissima e semplicissima spiegazione riguardo il ciclo dell’Azoto: l’ammoniaca e gli ioni ammonio derivanti dall’urina vengono convertiti, grazie ai batteri del genere Nitrosomonas e l’aiuto di ossigeno, in nitriti (NO2). Questi, a loro volta, sono convertiti in Nitrati (NO3) da batteri del genere Nitrobacter sempre con l’aiuto di ossigeno. I nitrati rappresentano uno dei principali composti minerali azotati alla base del metabolismo vegetale.

Ciclo dell’Azoto

Annunci
Categorie: Varia, Viaggio di una WWOOFER tra i Vichinghi | Tag: , , , , , , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

kitchentoolslabdotorg.wordpress.com/

La cucina del domani, il sapore di una volta

ilgiardinonascosto

uno spazio interiore fatto di colori, profumi, pensieri e vibrazioni del cuore.

Blocco Gli Appunti

Il mio punto di vista su Film, Telefilm, Teatro, Libri, Anime

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: