Interstellar

interstellar_locandinaFinalmente, a quasi un mese dalla sua uscita in Italia, sono riuscita a vedere il nuovo lavoro del mio regista preferito: Christopher Nolan.
Difficile recensire Interstellar senza parlare della trama, altrettanto arduo commentarlo.
Come tutti i film di Nolan anche questo non si può catalogare: non è solo un film di fantascienza, così come Inception non parla soltanto di sogni, o The prestige della vendetta di due illusionisti.
Ogni suo (capo)lavoro, infatti, ruota intorno a importanti tematiche all’interno di un contesto più ampio che, per quanto più lampante, gli fa da sfondo.
Stavolta a fare da background è un viaggio nello spazio alla ricerca di una nuova casa, perché la Terra sta morendo e la salvezza dell’umanità è pressoché impossibile.
Ma la vera trama è il rapporto tra un padre e sua figlia, il sacrificio e l’abbandono, la fiducia e l’amore.
È commovente (grazie anche alla performance di un Matthew McConaughey che ultimamente sto rivalutando molto in senso positivo), ti emoziona, e lo fa anche attraverso le immagini e una colonna sonora (ancora una volta diretta dal bravissimo compositore Hans Zimmer) che in alcuni momenti mi hanno ricordato 2001: Odissea nello spazio; ma sa essere anche umoristico, aiutato dalla presenza di robot da uno stile molto particolare e un po’ retrò.
Tutto il film, in realtà, ha un richiamo al passato, quasi nostalgico, in contrasto con il genere scelto e l’epoca in cui ci troviamo (un futuro non ben precisato).
Un contrasto voluto, è chiaro.
Con questo film Nolan, ancora una volta, ti pone nella condizione di pensare, farti delle domande, creare dei dubbi.
È in grado di fare riemergere certe sensazioni dalle profondità dell’anima, e senza mai essere scontato o banale.
Non si limita a darti un argomento, un’idea, un’unica versione dei fatti; no, lui riesce a farti meditare, e penso sia uno dei pochi registi ad avere successo in questo, e ogni singola volta!
Il mio consiglio a chiunque, non solo agli amanti della fantascienza (perché, appunto, di fantascienza c’è “solo” lo sfondo) è di andarlo a vedere.
Prendetevi 2 ore e 40 del vostro tempo e ascoltate e osservate questo nuovo capolavoro.

Interstellar-poster-2
Interstellar Follow-up 

Astrofisica in Interstellar

FAQ Interstellar

The science of Interstellar (di Kip Thorne, il fisico le cui teorie sono alla base del film)

Annunci
Categorie: Movies & Series, The big screen | Tag: , , , , , , , , , , , , | 16 commenti

Navigazione articolo

16 pensieri su “Interstellar

  1. Nolan è uno dei miei registi preferiti. Ho amato ogni sua pellicola e ho trovato Interstellar un film a dir poco perfetto e quasi impossibile da descrivere a parole. Un viaggio, quello dei protagonisti nello spazio come quello della mente che Nolan ci spinge ad affrontare proponendoci un capolavoro. Bella recensione e gran bel blog, sarò felice di seguirti 😉

    • Ho comprato il libro di Thorne “The science of Interstellar”, se ti è piaciuto così tanto il film ti consiglio di leggerlo. Lo consiglierei anche a tutti quelli che lo hanno criticato perché “non scientifico”.
      Comunque, ben arrivata.
      Grazie 🙂

    • Anche io, come te, sono felice di aver scoperto questo blog e lo seguirò 🙂

      • Arrivi in un momento in cui non ho tempo per dedicarmi molto al blog ma grazie per essere passata di qua.
        A risentirci presto 🙂

  2. Andrea Evangelisti

    Ottima recensione, purtroppo io faccio parte di quelli che non hanno apprezzato Interstellar…

    • Come mai?

      • Andrea Evangelisti

        mmmm… molto lungo da spiegare, ma nel mio blog ho scritto una recensione che può chiarirti la mia posizione, in due parole il film di Nolan è un copia e incolla imbarazzante e fastidioso a mio parere.

      • Un copia-incolla di cosa? Mi mandi il link alla tua recensione? Sono curiosa.
        Comunque penso che servirebbe molto sapere cosa c’è dietro a questo film per apprezzarlo interamente. Credo che le difficoltà scientifiche (e fanta-scientifiche) siano uno scoglio insormontabile per molti. Ho sentito spesso giudizi negativi da persone improvvisate fisici che pensano di saperne di più di certe menti geniali, e che magari prima di commentare dovrebbero farsi una lettura più approfondita di alcune tematiche.
        Poi la storia in sé può certamente non piacere, ma finora non ho sentito nessuno dare giudizi di trama ma solo pseudo-scientifici.
        Sono dunque curiosa di sapere la tua 😀

      • Andrea Evangelisti

        No, non parlo di verità scientifiche o meno, non ci capisco niente e non mi interessa. Mi riferisco alla sceneggiatura e alla resa cinematografica di un film che non mi ha preso minimamente e anzi mi ha profondamente annoiato grazie a infiniti spiegoni scientifici e ad una scelta narrativa che prende a piene mani, forse troppo, da 2001 Odissea nello spazio. Comunque stasera, dal cell non riesco, ti metto il link della recensione, cosi vedrai il mio giudizio completo. Ciao e alla prossima! 😉

  3. Andrea Evangelisti

    Ecco qui, scusa il ritardo 😉

    https://moviemaniacomment.wordpress.com/2014/11/07/interstellar-di-christopher-nolan-2014/

    Sono contento di conoscere fan di Tolkien! 😉

  4. Pingback: Liebster Award, mi sono deciso | REVIEW BY DAVE

  5. Io adoro questo film!!! E per me la parte finale potrebbe avvicinarsi a ciò che accade davvero 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

kitchentoolslabdotorg.wordpress.com/

La cucina del domani, il sapore di una volta

ilgiardinonascosto

uno spazio interiore fatto di colori, profumi, pensieri e vibrazioni del cuore.

Blocco Gli Appunti

Il mio punto di vista su Film, Telefilm, Teatro, Libri, Anime

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: