Articoli con tag: hans zimmer

Interstellar

interstellar_locandinaFinalmente, a quasi un mese dalla sua uscita in Italia, sono riuscita a vedere il nuovo lavoro del mio regista preferito: Christopher Nolan.
Difficile recensire Interstellar senza parlare della trama, altrettanto arduo commentarlo.
Come tutti i film di Nolan anche questo non si può catalogare: non è solo un film di fantascienza, così come Inception non parla soltanto di sogni, o The prestige della vendetta di due illusionisti.
Ogni suo (capo)lavoro, infatti, ruota intorno a importanti tematiche all’interno di un contesto più ampio che, per quanto più lampante, gli fa da sfondo.
Stavolta a fare da background è un viaggio nello spazio alla ricerca di una nuova casa, perché la Terra sta morendo e la salvezza dell’umanità è pressoché impossibile.
Ma la vera trama è il rapporto tra un padre e sua figlia, il sacrificio e l’abbandono, la fiducia e l’amore.
È commovente (grazie anche alla performance di un Matthew McConaughey che ultimamente sto rivalutando molto in senso positivo), ti emoziona, e lo fa anche attraverso le immagini e una colonna sonora (ancora una volta diretta dal bravissimo compositore Hans Zimmer) che in alcuni momenti mi hanno ricordato 2001: Odissea nello spazio; ma sa essere anche umoristico, aiutato dalla presenza di robot da uno stile molto particolare e un po’ retrò.
Tutto il film, in realtà, ha un richiamo al passato, quasi nostalgico, in contrasto con il genere scelto e l’epoca in cui ci troviamo (un futuro non ben precisato).
Un contrasto voluto, è chiaro.
Con questo film Nolan, ancora una volta, ti pone nella condizione di pensare, farti delle domande, creare dei dubbi.
È in grado di fare riemergere certe sensazioni dalle profondità dell’anima, e senza mai essere scontato o banale.
Non si limita a darti un argomento, un’idea, un’unica versione dei fatti; no, lui riesce a farti meditare, e penso sia uno dei pochi registi ad avere successo in questo, e ogni singola volta!
Il mio consiglio a chiunque, non solo agli amanti della fantascienza (perché, appunto, di fantascienza c’è “solo” lo sfondo) è di andarlo a vedere.
Prendetevi 2 ore e 40 del vostro tempo e ascoltate e osservate questo nuovo capolavoro.

Interstellar-poster-2
Interstellar Follow-up 

Astrofisica in Interstellar

FAQ Interstellar

The science of Interstellar (di Kip Thorne, il fisico le cui teorie sono alla base del film)

Categorie: Movies & Series, The big screen | Tag: , , , , , , , , , , , , | 16 commenti

Blog su WordPress.com.

kitchentoolslabdotorg.wordpress.com/

La cucina del domani, il sapore di una volta

ilgiardinonascosto

uno spazio interiore fatto di colori, profumi, pensieri e vibrazioni del cuore.

Blocco Gli Appunti

Il mio punto di vista su Film, Telefilm, Teatro, Libri, Anime

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: