Articoli con tag: sacrificio

Interstellar

interstellar_locandinaFinalmente, a quasi un mese dalla sua uscita in Italia, sono riuscita a vedere il nuovo lavoro del mio regista preferito: Christopher Nolan.
Difficile recensire Interstellar senza parlare della trama, altrettanto arduo commentarlo.
Come tutti i film di Nolan anche questo non si può catalogare: non è solo un film di fantascienza, così come Inception non parla soltanto di sogni, o The prestige della vendetta di due illusionisti.
Ogni suo (capo)lavoro, infatti, ruota intorno a importanti tematiche all’interno di un contesto più ampio che, per quanto più lampante, gli fa da sfondo.
Stavolta a fare da background è un viaggio nello spazio alla ricerca di una nuova casa, perché la Terra sta morendo e la salvezza dell’umanità è pressoché impossibile.
Ma la vera trama è il rapporto tra un padre e sua figlia, il sacrificio e l’abbandono, la fiducia e l’amore.
È commovente (grazie anche alla performance di un Matthew McConaughey che ultimamente sto rivalutando molto in senso positivo), ti emoziona, e lo fa anche attraverso le immagini e una colonna sonora (ancora una volta diretta dal bravissimo compositore Hans Zimmer) che in alcuni momenti mi hanno ricordato 2001: Odissea nello spazio; ma sa essere anche umoristico, aiutato dalla presenza di robot da uno stile molto particolare e un po’ retrò.
Tutto il film, in realtà, ha un richiamo al passato, quasi nostalgico, in contrasto con il genere scelto e l’epoca in cui ci troviamo (un futuro non ben precisato).
Un contrasto voluto, è chiaro.
Con questo film Nolan, ancora una volta, ti pone nella condizione di pensare, farti delle domande, creare dei dubbi.
È in grado di fare riemergere certe sensazioni dalle profondità dell’anima, e senza mai essere scontato o banale.
Non si limita a darti un argomento, un’idea, un’unica versione dei fatti; no, lui riesce a farti meditare, e penso sia uno dei pochi registi ad avere successo in questo, e ogni singola volta!
Il mio consiglio a chiunque, non solo agli amanti della fantascienza (perché, appunto, di fantascienza c’è “solo” lo sfondo) è di andarlo a vedere.
Prendetevi 2 ore e 40 del vostro tempo e ascoltate e osservate questo nuovo capolavoro.

Interstellar-poster-2
Interstellar Follow-up 

Astrofisica in Interstellar

FAQ Interstellar

The science of Interstellar (di Kip Thorne, il fisico le cui teorie sono alla base del film)

Categorie: Movies & Series, The big screen | Tag: , , , , , , , , , , , , | 16 commenti

Time after Time

Mi chiedo se una volta tanto nella mia vita riuscirò a ottenere qualcosa senza dovermela sudare. Mi chiedo anche se sia fattibile ottenerla senza pagarne le conseguenze… sembra quasi che desiderare una cosa semplice e sana come la propria felicità sia una richiesta impensabile, se non addirittura un peccato!

Trovo che sia ingiusto che tutte le nostre pene debbano risolversi soltanto nell’attimo in cui troviamo la morte.

Non sono religiosa, non sono credente, ho certamente una mia spiritualità ma non credo che esista un Grande Disegno per cui tutto abbia un senso. Trovo che sia semplicemente la vita: una lunga serie di prove estenuanti in cui ogni essere nasce, cresce, si riproduce e muore soltanto per l’atto di… vivere, né più, né meno.  Funziona così per ogni creatura al mondo, soltanto che noi esseri umani, con la nostra mente razionale, dobbiamo vedere in ciò che ci accade un Senso, una motivazione che ci faccia sentire sicuri, che ci dia una speranza.

In realtà ogni cosa è semplicmente frutto del caso, della fortuna o della sfortuna, di semplici atti che portano a un momento. Non ci sono speranze e sogni oltre la soglia del nostro tempo, è inutile raccontarsela…

Eh, il Tempo…

Quel gran bastardo si prende gioco di noi in qualsiasi momento! Incontrollabile, sfugge alla presa come un cavallo impazzito, e per quanto tu possa  rincorrerlo Lui sarà sempre più avanti di te e ti guarderà in faccia da una distanza insormontabile e riderà di te per essere ancora una volta riuscito a scappare.

Ma arriverà il giorno in cui lo raggiungerai, in cui potrai guardarlo dritto negli occhi senza temere che scappi. Arriverà il giorno in cui vincerai su di Lui e sarai tu a ridere!

Peccato però che quel giorno sarà anche il giorno della tua sconfitta.

Categorie: (Dis)Avventure di una Decathloniana a Mosca, Thoughts & Words | Tag: , , , , , , , | Lascia un commento

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

kitchentoolslabdotorg.wordpress.com/

La cucina del domani, il sapore di una volta

ilgiardinonascosto

uno spazio interiore fatto di colori, profumi, pensieri e vibrazioni del cuore.

Blocco Gli Appunti

Il mio punto di vista su Film, Telefilm, Teatro, Libri, Anime

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: