Articoli con tag: silenzio

Sogno, o son morta?

A volte mi chiedo se sono morta oppure no.
Potrebbe essere il motivo per cui le cose non vanno avanti, stanno sempre ferme lì, e tu le attendi senza mai giungere alla conclusione perché significherebbe svegliarsi e fare i conti con la realtà, ovvero che tutto questo non esiste.
Se non nella mia mente deceduta.
A voi non capita mai di avere questa sensazione?
Nessuno chiama, nessuno risponde, nessuno scrive.
Il mondo attorno è morto.
Oppure lo sono io.
Il silenzio dell’informazione, è questo il più straziante.
Che succede oltre il confine della mia “non-morte”?
Qualcuno mi dia un segno.

Annunci
Categorie: Thoughts & Words | Tag: , , , , , , | 6 commenti

Il silenzio degli Amanti

Resto in ascolto in attesa di un suono,
attendendo, invano, una tua parola.
Mi chiedo se piangi la notte, e se sei solo.
Cosa fai… Con chi sei…
Pensi mai a me?
Dimenticare ti è facile,
non sognare così semplice.
E a me che rimane?
Un’idea,
un ricordo,
un progetto…
E ora silenzio.

Categorie: Thoughts & Words, Varia | Tag: , , , , | Lascia un commento

Animals

Oggi ho rischiato di uccidere qualcuno… più degli altri giorni.
Non c’è da sorprendersi se certa gente si sveglia la mattina e decide di sparare a caso alle persone che passano per strada. Questa società ci fa impazzire! Il livello di pazienza crolla inesorabilmente, insieme alla sopportazione e la tolleranza.
Sono arrivata al punto di immaginare alberi al posto di palazzi, caverne invece che stazioni metropolitane, e fiumi impetuosi anziché grosse strade trafficate. O così o mi scoppia la testa. Troppo cemento, troppo caos, troppe persone.
Dov’è andato a finire il caro vecchio silenzio? E la tranquillità nel fare le cose? Non doversi affrettare per arrivare da qualche parte, per dover essere sempre in orario, sempre di corsa e sempre al limite della propria pazienza?
Dov’è andata a finire la vita che doveva solo rispettare i tempi della natura e non quelli di una società impazzita?
La gente corre, scappa. Ma dove va? Dove diamine va mi chiedo io? Lo sanno loro dove stanno andando?
E soprattutto perché?
Vorrei che me lo dicessero perché magari così risolvo un mistero che non mi è chiaro.
Oggi non va.
Sono proprio al limite.

E’ proprio il caso di citare questa canzone.
Oggi più del normale.

“Kill yourself,
come on and do us all a favour”
(Animals – Muse)

Categorie: (Dis)Avventure di una Decathloniana a Mosca, Diaries | Tag: , , , , , | 2 commenti

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

kitchentoolslabdotorg.wordpress.com/

La cucina del domani, il sapore di una volta

ilgiardinonascosto

uno spazio interiore fatto di colori, profumi, pensieri e vibrazioni del cuore.

Blocco Gli Appunti

Il mio punto di vista su Film, Telefilm, Teatro, Libri, Anime

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: